Privacy Facebook: i nostri dati utilizzati a scopo pubblicitario

C’è una curiosità importante da sapere, che proviene da uno dei primi social network esistenti: facebook. Lo sapevate che i vostri dati vengono collezionati a scopo pubblicitario? E in aggiunta, vengono creati dei veri e propri identikit social? La scintilla della bomba che sta per colpire il social network è nata dopo lo scandalo di Cambridge Analytica . Quest’ultima è la società privata che ha utilizzato abusivamente i dati di 87 milioni di persone, in occasione delle elezioni presidenziali americane.

Lo sbaglio del social network è stato  quello di non aver protetto in modo adeguato  la privacy dei propri utenti, comportando una multa, insieme all’obbligo di effettuare controlli periodici. Tale notizia ha rimesso in discussione la questione della privacy relativa ai nostri dati su facebook e si è giunti alla conclusione che tutti noi possiamo vedere l’elenco dei nostri interessi.

Il fine dell’iniziativa è del tutto pubblicitaria poiché le nostre preferenze, vengono rese disponibili alle aziende. Si crea un vero e proprio identikit, dei nostri gusti personali in modo da conoscere meglio gli interessi della gente. Una sorpresa inaspettata  che deve farci riflettere su quello che conosciamo realmente del mondo social, su quanto sia importante la tutela della nostra privacy.